Il Tribunale dell’Unione Europea, con la sentenza di oggi nella causa T-683/19 (ECLI:EU:T:2019:855), ha confermato la decisione dell’Ufficio dell’Unione europea per la proprietà intellettuale (EUIPO) che aveva respinto la domanda di registrazione di un marchio raffigurante un segno che evoca la marijuana in quanto contrario all’ordine pubblico. La decisione del Tribunale Secondo Settima Sezione del…

Per il Tribunale dell’Unione Europea, poiché le caratteristiche essenziali della forma del cubo di Rubik sono necessarie ad ottenere «il risultato tecnico consistente nella capacità di rotazione di tale prodotto, tale forma non avrebbe potuto essere registrata quale marchio dell’Unione europea». È questo il principio affermato dal Tribunale UE, con la sentenza nella causa n….

Attraverso questo interessante provvedimento della Corte di Appello di Roma, i giudici ritengono che sia legittimo il marchio utilizzato per i propri prodotti caseari made in Lazio da una società, respingendo quindi l’opposizione del consorzio sardo per la tutela del pecorino romano DOP. La fattispecie A seguito del ricorso del consorzio sardo il Tribunale di…

In questa sentenza, la corte di Cassazione chiarisce come, nel caso in cui due società di capitali abbiano la stessa denominazione sociale, il conflitto tra i segni vada risolto dando prevalenza all’iscrizione nel registro delle imprese o nel registro delle società, per il periodo che precede l’entrata in vigore della l. n. 580/1993, che è…

Il Tribunale dell’Unione Europea conferma la decisione dell’Ufficio dell’Unione per la proprietà intellettuale che ha dichiarato la nullità del marchio dell’Unione di Adidas che consiste in 3 strisce parallele «applicate sul prodotto in qualsiasi direzione». La fattispecie Nella domanda di registrazione del proprio marchio (per abbigliamento, scarpe e cappelleria) effettuata da Adidas nel 2014 all’Ufficio…

La responsabilità del prestatore di servizi della società dell’informazione che non abbia provveduto alla rimozione dei contenuti illeciti sussiste in presenza di tre condizioni e cioè la conoscenza dell’illecito commesso dal destinatario del servizio, la possibilità di contestare la condotta illecita e infine la possibilità di attivarsi utilmente al riguardo. La fattispecie Quanto sopra è…

Mentre per il marchio forte vanno considerate illegittime tutte le modificazioni, pur rilevanti ed originali, che ne lascino comunque sussistere l’identità sostanziale ovvero il nucleo ideologico espressivo costituente l’idea fondamentale in cui si riassume, caratterizzandola, la sua attitudine individualizzante, per il marchio debole sono sufficienti a escluderne la confondibilità anche lievi modificazioni o aggiunte. La…

© 2016 Studio Legale PSP - PI: 06019040481
Viale Evangelista Torricelli 15 - 50125 Firenze (FI)
Telefoni: 055/229136 - 055/229347 - 055/229058 | Fax: 055/2280605
Admin

OWA